Metodi per riparare in fai da te una parete lesionata

Riparare da soli una muratura con piccole crepe o buchi

Riparazioni fai da te: le operazioni di carteggiatura e stuccatura pareti rientrano tra le attività eseguibili anche in semplice modalità fai da te, consentendo così un notevole risparmio in termini di manodopera e garantendo comunque un risultato soddisfacente sotto il profilo strutturale ed estetico, senza dover necessariamente rivolgersi a una ditta specializzata.

Se le pareti sulle quali si va a operare presentano dei buchi o delle lesioni, è necessaria la riparazione di tutte le imperfezioni e anomalie della muratura, prima ancora di procedere con le altre operazioni di stuccatura, rasatura e tinteggiatura.

Stuccatura pareti in fai da te
Fondamentale è la preparazione dei materiali e degli attrezzi necessari allo svolgimento del lavoro di riparazione della parete lesionata.
I materiali da procurarsi sono il gesso, la malta e lo stucco multiuso, dei quali in commercio si possono trovare confezioni con quantità minime di riferimento, in funzione delle dimensioni delle superfici da trattare.

Tra gli attrezzi che occorre tirare fuori dalla borsa del fai da te ci sono: lo scalpellino, la carta vetrata, una o più spatole e relativi supporti. Sarà necessario avere a disposizione anche dell’acqua per la preparazione dei materiali con la giusta diluizione degli stessi.

Ai fini dell’obbligatoria sicurezza, è opportuno cautelarsi indossando un’apposita mascherina anti polvere, occhiali di protezione per gli occhi e guanti specifici per proteggere adeguatamente le mani.
Preparazione dello stucco per il trattamento della parete

Se si è abbastanza pratici oltre che volenterosi, sarà possibile anche preparare da sé lo stucco: la miscela più comunemente adoperata è composta generalmente da cemento, sabbia, calce idrata e acqua.

Di sicuro ci possono essere svariati modi per miscelare questi ingredienti.
Mediamente, è possibile ottenere un buon risultato mescolando cemento, sabbia e calce e aggiungendo al composto tanta acqua fino a raggiungere una consistenza abbastanza cremosa, così da poter essere applicata facilmente a parete.

Stucco fai da te per muri
È possibile aggiungere allo stucco anche un po’ di color malta per ottenere un effetto quasi invecchiato, facendo sì che si uniformi in maniera più naturale con la tonalità del muro da riparare, così da rendere più facili e veloci le eventuali successive tinteggiature pareti.

Si possono realizzare anche dei pratici vassoi, adatti a confezionare e lavorare con lo stucco, adoperando preferibilmente del compensato marino da almeno ½ centimetro di spessore: si taglia un quadrato da 30 cm di lato, con manico sporgente da una parte, o con il foro per il pollice, per una corretta impugnatura in orizzontale del vassoio da stucco.

Se occorre riparare soltanto una piccola porzione di muro, è sicuramente preferibile la più semplice e abbordabile alternativa di acquistare direttamente dello stucco premiscelato: è reperibile a grana grossa o fine, con l’impagabile vantaggio di essere immediatamente pronto per l’uso.
Come stuccare un muro: riparazione buchi e crepe intonaco

Se si considera di lavorare su di una parete all’interno della casa , la muratura sarà già rifinita, per la maggior parte, a intonaco con eventuale tinteggiatura. I fori o buchi presenti in una parete del genere, non necessariamente vecchia, possono essere di varia natura e dimensioni.

Fori o piccole crepe nei muri possono essere stati prodotti dalla rimozione di chiodi a pressione, applique, lampade o oggetti vari precedentemente appesi o fissati alla parete. In ogni caso, bisogna procedere con la pulizia di queste piccole lesioni della muratura.

Stuccatura crepe sul muro
Se necessario, prima della pulizia di buchi e crepe sul muro, si possono definire in maniera certa i loro bordi e le parti interne rimuovendo, con l’utilizzo dello scalpellino, eventuali parti lesionate o incerte della parete le quali potrebbero staccarsi successivamente o durante l’esecuzione del lavoro.

Proteggendo gli occhi con la mascherina e soffiando semplicemente ma in maniera decisa nel foro, oppure con l’ausilio di un piccolo pennello, si dovrebbe riuscire a pulirlo di tutta la polvere e dei residui in esso presenti.

A questo punto, è necessario bagnare il buco con dell’acqua, da nebulizzare con un comunissimo spruzzino, avendo cura di spargerla sia all’interno del foro sia lungo il suo bordo per qualche centimetro.
I fori piccoli e profondi possono essere colmati e ridotti, inserendo semplicemente delle pallottole di carta molto resistente, o ancor meglio dei cartoncini.

Per colmare, invece, dei fori di dimensioni più grandi, la cui superficie supera i due centimetri, è necessario utilizzare della malta o del gesso.

In entrambe le eventualità, lo stucco per muro è necessario per compensare la superficie del buco; l’operazione di stuccatura pareti con la corretta posa in opera dello stucco, si effettua facilmente stendendolo con un’apposita spatola.

Con una rapida occhiata, è possibile determinare la quantità minima di stucco da muro, che si rende necessario per livellare i buchi o le crepe nel muro, spianandoli con la superficie della parete stessa.
Riparare le crepe sui muri: stuccatura e rasatura con rete

In alcuni casi, quando le crepe nei muri sono di maggior ampiezza ed entità, può rendersi necessaria l’applicazione di una apposita rete in fibra di vetro, da fissare a parete, così da creare un fondo aggregante di sostegno, che consenta una miglior presa e adesione dello stucco sul muro.

Rasatura con rete
La rete può essere fissata al muro con la pistola spara punti oppure con uno specifico collante, da far asciugare per il tempo necessario, prima ancora di applicare lo stucco sulla rete stessa.

Adoperando un frattazzo metallico, così come ho rappresentato nel disegno, si provvede a stuccare al di sopra della superficie della rete e sull’area immediatamente circostante, amalgamando in modo uniforme tutta la parete.
In funzione dell’entità delle crepe nei muri da riparare, saranno necessarie due o più mani di stuccatura parete; ovviamente, tra una mano e l’altra di stucco, si dovrà far asciugare la muratura così trattata per il tempo necessario, anche alcuni giorni, a seconda della stagione climatica e della ventilazione dei locali interni.

L’ultimo strato di stucco dovrebbe essere piuttosto sottile, ossia meno di mezzo cm; in questa fase si dovrà stendere l’ultima mano di stuccatura, in modo che si intoni con il resto della parete.

Rasatura parete con frattazzo
Si può mescolare lo stucco con dell’altra acqua per renderlo più liquido. Lo stucco così ottenuto può essere spennellato velocemente con un comune pennello oppure, ancor meglio, con un apposito frattazzo di gomma ruvida, da adoperare con movimenti circolari, premendo con forza sulla parete, com’è evidenziato nel disegno.
Attrezzi specifici per stuccatura e rasatura muri interni

La sequenza di foto mostra alcuni attrezzi specifici, utilissimi ausili per effettuare una corretta stuccatura e rasatura pareti, da utilizzare a seconda dell’entità e tipologia degli interventi da eseguire sulla muratura.

I frattazzi da stuccatura e rasatura muri marchio Ausonia possono essere di varie morfologie e materiali: in acciaio inox oppure in poliuretano espanso rigido, a forma di lama o con i bordi arrotondati, a seconda del lavoro da effettuare.

Le spatole prodotte dall’azienda Stanley sono in acciaio inox e conformate in svariati design, così da adattarsi con precisione alla tipologia di lavorazione: la spatola a punta è idonea per la stuccatura negli angoli delle pareti, mentre la cazzuola a base più larga è adeguata per spalmare lo stucco su ampie superfici.

Alcune semplici riparazioni fai da te sono realizzabili con successo negli spazi abitativi: sarà possibile effettuare la stuccatura e le successive tinteggiature pareti, per donare un rinnovato look agli ambienti, con poca spesa e senza dover ricorrere a interventi particolarmente invasivi.

Ciò è fattibile, a patto che vi sia un buon livello di comprovata esperienza e attitudine, sempre nello scrupoloso rispetto delle obbligatorie norme concernenti la sicurezza.

Avvalendosi invece, di un intervento professionale, sarà possibile far progettare casa attraverso l’attuazione di molteplici soluzioni su misura così da personalizzare gli ambienti sia interni che esterni, valorizzando gli immobili, in un armonico equilibrio tra estetica architettonica e funzionalità abitativa.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>