Soluzioni e rimedi per eliminare il problema delle infiltrazioni su solai e muri controterra

Le infiltrazioni d’acqua nelle murature sono un problema diffuso. Per poter trovare la giusta soluzione è indispensabile una conoscenza approfondita delle cause

La presenza di umidità sui muri e all’interno di essi è una delle principali cause di degrado delle strutture edilizie in quanto si compromette il comfort abitativo.

Le cause delle infiltrazioni d’acqua possono derivare da diversi fattori:

– perdite o malfunzionamento delle condotte dell’impianto idrico;

– ristagni d’acqua causati da particolari condizioni ambientali;

– degrado degli impermeabilizzanti, soprattutto di tetti e terrazzi;

– assenza di un idoneo isolamento per le strutture controterra.

 

Tra le cause più frequenti che possono provocare umidità sui muri, evidenziamo la rottura di una tubazione interna dell’acqua o dell’impianto di riscaldamento; allagamenti dovuti alla rottura improvvisa di elettrodomestici quali lavastoviglie e lavatrice o ancora perdite dagli scarichi pluviali o fecali.

Se non si è in grado di provvedere subito alla riparazione, il danno si manifesta con la formazione di macchie di umidità più scure sull’intonaco o con la comparsa di aloni o scostamenti di pittura sulle pareti e/o sui soffitti. Occorre quindi limitare quanto prima l’estensione della zona danneggiata e procedere alla riparazione. Sarà necessario attendere tre o quattro settimane per l’asciugatura completa delle murature, onde procedere eventualmente al loro ripristino.

Nel caso in cui i danni da infiltrazione siano provocati dalla risalita dell’acqua dal sottosuolo, sarà necessario l’intervento di tecnici specializzati capaci di individuare la possibile causa (innalzamento della falda freatica, discontinuità del terreno di fondazione, malfunzionamento del drenaggio acque piovane) e intervenire quindi con rimedi mirati.

Tra le tecniche di risanamento impiegate per impedire la risalita capillare dell’acqua ricordiamo: l’areazione preventiva, le barriere fisiche o chimiche e l’elettrosmosi attiva.
Parete umida: come risolvere il problema delle infiltrazioni d’acqua nelle strutture interrate

Spesso le strutture interrate come garage, cantine, taverne, fosse degli ascensori, ecc. presentano problemi di infiltrazione d’acqua per mancanza di un idoneo isolamento tra la muratura e il terreno circostante.

Per risolvere queste problematiche, recentemente è stata brevettata in seguito alla ricerca URETEK una tecnologia chiamata Water Barrier, soluzione unica per l’impermeabilizzazione muri esterni, che con la doppia azione di resina espandente e gel saturante elimina definitivamente le infiltrazioni.

Infiltrazioni acqua: muro controterra – intervento Water Barrier Uretek
Le iniezioni di resina espandente vanno a riempire i vuoti più grandi presenti nel terreno che sono poi saturati con gel impermeabilizzante.

Inizialmente viene effettuato un sopralluogo gratuito da parte di un tecnico specializzato che esegue un’accurata analisi strumentale mediante termocamera a infrarossi e igrometro digitale.
Al termine dell’analisi si ottiene un quadro completo, che oltre a individuare i danni da infiltrazioni, individua l’entità delle stesse e le cause che le hanno generate, necessario per valutare l’applicabilità della tecnologia.

L’intervento WATER BARRIER prevede 7 fasi:

1 – il camion-officina della Uretek con la sua squadra operativa Water Barrier arriva sul luogo d’intervento;

2 – non è necessaria un’area di cantiere, l’automezzo della squadra Water Barrier è completamente attrezzato e può sostare fino a 85 m dal punto di iniezione;

3 – vengono eseguiti dei fori (da 12 mm) seguendo un progetto precedentemente preparato dallo staff tecnico Water Barrier;

4 – si procede alla posa dei tubicini di iniezione;

5 – si iniettano le resine espandenti;

6 – successivamente avviene la rimozione dei tubicini;

7 – il processo termina con la sigillatura dei fori.
Muro umido: caratteristiche del sistema di protezione WATER BARRIER

Il sistema WATER BARRIER vanta caratteristiche uniche rispetto ad altre tecnologie:

– utilizza una resina bicomponente che garantisce maggiore stabilità e resistenza chimico-fisica rispetto a una resina monocomponente;
– agisce con una doppia azione risolutiva sfruttando l’efficacia di una resina poliuretanica espandente e del gel saturante, garantendo il riempimento omogeneo di ogni cavità presente nel terreno e fra terreno e parete.

La resina poliuretanica espandente, riempendo le cavità più grandi crea dei confinamenti al terreno a contatto della struttura.
Successivamente, l’iniezione di gel saturante in tutto il volume di terreno precedentemente confinato, impermeabilizza e allontana l’acqua dalla struttura, costituendo una barriera che impedisce il contatto acqua/struttura.

Water Barrier è la soluzione applicata che risolve il problema delle infiltrazioni d’acqua attraverso pareti e pavimenti, riportando l’agibilità ai locali interrati. Spariranno muffe e cattivi odori, gli ambienti torneranno salubri, ponendo termine ai continui costi di manutenzione.
Quali sono i possibili danni causati da umidità da infiltrazione?

Una eccessiva umidità nella struttura muraria di un’abitazione comporta diverse conseguenze.

– Danni estetici, in quanto le infiltrazioni d’acqua sono causa della formazione di macchie superficiali sulle pareti, accompagnate spesso da muffe ed efflorescenze saline, con conseguente sfarinamento e sgretolamento dell’intonaco e possibile compromissione della struttura portante. La continua evaporazione dell’umidità in eccesso, provoca la cristallizzazione dei sali in superficie con danni visibili che aumentano col passare del tempo.

– Riduzione del comfort abitativo. Le pareti e il pavimento risultano bagnati per l’eccesso di umidità di infiltrazione, rendendo impraticabile il locale, oltre a diminuire l’efficienza termica dell’involucro edilizio, favorendo l’insorgenza di muffe, funghi e cattivi odori.

Ricerca perdite, infiltrazione d’acqua con termocamera
– Rischi alla salute. L’umidità eccessiva negli ambienti può portare all’insorgenza di allergie, malattie respiratorie, irritazioni cutanee e malattie ancora più gravi. Il proliferare di muffe e funghi infatti, rende i locali malsani e dannosi alla salute.

– Danni strutturali. Aumentando l’umidità all’interno della struttura dell’abitazione, si accumulano i sali disciolti nel terreno creando cristalli sempre più grandi che generano pressioni tali da compromettere la resistenza meccanica della struttura, generando assestamenti strutturali, con conseguente formazione di crepe e fessurazioni sulle pareti.

– Incremento dei costi. A causa dell’aumento dell’umidità interna si avranno maggiori costi per il riscaldamento ed energia elettrica, oltre alle continue spese per la manutenzione e il risanamento delle parti ammalorate. La presenza di acqua nelle pareti va a compromettere anche la sua funzione isolante, in quanto determina una dispersione di calore molto elevata e di conseguenza elevati costi di riscaldamento.
Anche l’utilizzo di deumidificatori elettrici e stufe, non risolvono il problema e incidono maggiormente sulle spese di energia elettrica.
Gli interventi quasi annuali, superficiali di rifacimento intonaco e ritinteggiatura pareti, si traducono in continue e inutili spese, comportando una sensibile perdita di valore dell’immobile.
Infiltrazioni d’acqua: la Redazione consiglia
Impermeabilizzazione di strutture interrate: a chi rivolgersi?

Infiltrazioni di acqua, risolvi il problema con Water Barrier di UretekURETEK è una azienda con oltre 20 anni di esperienza nell’iniezione di resine per il consolidamento dei terreni e continui investimenti in ricerca e sviluppo, offrendo sempre soluzioni dall’elevato contenuto tecnologico.

L’intervento non necessita di scavi, non è invasivo (piccoli fori da 12 mm), preserva nel tempo la struttura, è definitivo, immediatamente efficace, ecocompatibile, economico, il sopralluogo è gratuito.
WATER BARRIER è una tecnologia URETEK applicata su tutto il territorio nazionale da squadre completamente attrezzate e autonome.

La professionalità operativa e l’efficacia immediata del sistema WATER BARRIER permettono di trattare circa 25 mq/giorno.
Le resine impiegate agiscono in pochi minuti e, non essendoci tempi di maturazione da attendere, i risultati sono immediatamente verificabili.
Non è necessario prevedere interventi in più fasi proprio perchè l’efficacia risolutiva è immediata e completamente stabile nel tempo.

La barriera contro le infiltrazioni WATER BARRIER è distribuita in maniera omogenea su tutta la superficie da trattare.
Non sono necessari scavi o demolizioni. La soluzione è certamente più economica in quanto non sono previste spese di movimento terra o rifacimento dell’esistente. Le resine URETEK hanno caratteristiche conformi alla compatibilità ambientale (ai sensi del D.M. 471/99 e successive modifiche).

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>